/ Attualità

Attualità | 02 dicembre 2021, 17:48

Grugliasco, Pd e Giovani democratici lanciano la raccolta beni: "Insieme per i meno fortunati, contro la crisi"

Momenti di raccolta sabato 4 e domenica 5, sabato 11 e domenica 12 dicembre, al mercato di viale Echirolles, al gazebo PD all’altezza della farmacia e nella sede del circolo in via Perotti 20

raccolta di beni di prima necessità

La raccolta di beni di prima necessità avvenuta nel 2020 si ripete per il 2021

In prima fila contro la crisi. Il Partito democratico di Grugliasco sarà disponibile a raccogliere beni di  prima necessità per i meno fortunati della città e lo fa organizzando dei momenti di raccolta sabato 4 e domenica 5, sabato 11 e domenica 12 dicembre, al mercato di viale Echirolles, al gazebo PD all’altezza della farmacia e nella sede del circolo in via Perotti 20. I volontari dem saranno a disposizione per informare e raccogliere quanto verrà donato dai cittadini dalle 10 alle 12 in tutti i giorni programmati dell’iniziativa.

"Lo scorso anno, in piena pandemia, abbiamo voluto renderci disponibili invitando non solo i nostri iscritti ma tutti coloro che ne avessero avuto intenzione e piacere, a donare beni di prima necessità a grugliaschesi in difficoltà – spiega Giovanni Alaimo, membro della segreteria del pd Grugliasco e organizzatore della raccolta benefica -. La grande disponibilità e sensibilità dei cittadini ci ha colpiti così tanto che abbiamo deciso di ripetere l’iniziative. Lo scorso anno abbiamo raccolto cibo e confezionato venti pacchi che sono stati distribuiti attraverso associazioni e parrocchie del territorio. In queste settimane vogliamo fare di meglio ed è per questo che abbiamo raddoppiato la presenza, aggiungendo la presenza al gazebo di viale Echirolles, grazie alla volontà dei Giovani democratici".

"Appena è stato ipotizzato l’appuntamento, ci siamo subito prestati. Un pacco in più può fare la differenza – aggiunge Paolo Spataro, segretario Giovani democratici di Grugliasco –. Partecipiamo reduci già dall’esperienza positiva dello scorso anno, che ci ha riempito di gioia. Speriamo di aver fatto bene alla città. In questi due anni abbiamo vissuto momenti complicati e per alcuni l'uscita dalla pandemia è più complessa. Per questo è un dovere per noi esserci: uscire dalla propria stanza e fare qualcosa che può cambiare anche solo un giornata a una famiglia”.

Per beni di prima necessità sono intesi pasta, riso, biscotti, latte a lunga conservazione o in polvere, omogeneizzati e prodotti per bambini, succhi di frutta, sugo, scatolame e più in generale tutto ciò che è a lunga scadenza.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium