/ Politica

Politica | 05 settembre 2022, 12:10

Azione si presenta a Torino: "Elezioni non sono un referendum tra destra e sinistra. Terzo Polo in sintonia con Europa" [FOTO]

Ribadito un forte sì al governo Draghi e alle sue riforme. Il segretario regionale Susta: "Speriamo di portarne avanti l'azione anche nella nuova legislatura"

candidati azione in piazza Castello

Azione si presenta a Torino: "Elezioni non sono un referendum tra destra e sinistra"

A meno di tre settimane dalle elezioni,  Carlo Calenda e Matteo Renzi superano Forza Italia. Secondo l'ultimo sondaggio di Noto, il Terzo Polo è all'8% mentre gli azzurri si fermano al 7,5%. Sabato mattina erano tantissimi i torinesi presenti al Mauto per Calenda: per ragioni di sicurezza molti non sono potuti entrare neanche al museo. 

"Sì al governo Draghi e alle sue riforme" 

E forte delle percentuali, oggi Azione si è presentata in piazza Castello. "Noi siamo quelli - ha detto il Segretario Regionale Gianluca Susta - che dicono sì a cambiare questo paese, sì al Governo Draghi e alla sua piattaforma di riforme che speriamo possano continuare anche nella prossima legislatura". 

"Non è vero - ha aggiunto il politico biellese - che queste elezioni sono un referendum tra destra e sinistra: il nostro Terzo Polo è quello più in sintonia con quello che accade in Europa".

Il programma

"Le parole d'ordine del nostro programma - ha detto Daniela Ruffino, che guida il Plurinominale alla Camera sia sul Collegio 1 che 2 - sono sanità per tutti. Siamo stati i primi a parlare di nucleare e di tassare extraprofitti sull'energia. I torinesi e gli italiani sono terrorizzati dal domani: la colpa è di chi ha scelto di fare cadere questo governo". 

Candidati alla Camera 

Oltre all'ex esponente forzista, nel Piemonte 1 Collegio 1 (plurinominale della CameraGiuseppe Zollino, Paola Barbero e lo storico esponente di Valsusa e Pinerolese, Giorgio Merlo.

Al collegio 2 (Moncalieri - Chieri) sempre Daniela Ruffino, seguita dall'ex collega di Forza Italia, Osvaldo Napoli, Angela Schifin e Gabriele Toccafondi. Barbero, Napoli e Ruffino hanno un'ulteriore possibilità di essere eletti perché candidati anche all'uninominale, rispettivamente sui collegi di Collegno, Chieri e Moncalieri.
Insieme a loro, nel collegio uninominale di Torino 1 (centro - 7) spicca il nome dell'ex presidente dell'ordine degli architetti, Massimo Giuntoli, che in passato non aveva già nascosto le sue ambizioni politiche, mettendosi a disposizione del centrosinistra come candidato sindaco alle ultime Amministrative. A completare il quintetto, nell'altro collegio di Torino 2 (Circoscrizioni 3-4 -5) Katya Agate.

I nomi per il Senato

Per quanto riguarda il Senato, invece, a guidare in Piemonte 1 il collegio 1, Barbara Masini, seguita da Luciano Nobili. In terza posizione la parlamentare uscente di Italia Viva Silvia Fregolent mentre chiude il quartetto Roberto Faggiano.
Il partito di Calenda e Renzi ha deciso di candidare all'uninominale per il collegio di Moncalieri Michel Bouquet. Su quello di Torino la scelta invece è caduta su Cristina Peddis, segretaria cittadina di Azione.

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium