Economia e lavoro - 16 settembre 2021, 13:37

Dal 15 ottobre obbligo di green pass per tutti i lavoratori e tamponi gratuiti a chi non potrà vaccinarsi

L'obbligo riguarderà anche i membri delle cariche elettive, quindi i parlamentari, oltre che i membri dei consigli regionali e comunali

Dal 15 ottobre obbligo di green pass per tutti i lavoratori e tamponi gratuiti a chi non potrà vaccinarsi

Via libera al green pass obbligatorio per tutti i lavoratori, pubblici e privati dal 15 ottobre. Lo ha stabilito il governo questa mattina in seguito alla cabina di regia tra il presidente del consiglio Mario Draghi e i capidelegazione delle forze che compongono la maggioranza. Vinta la resistenza della Lega. Al tavolo tra gli altri era presente anche il ministro per lo sviluppo economico Giancarlo Giorgetti, membro del Carroccio, che due giorni fa aveva aperto all'estensione del green pass a tutti i lavoratori. 

Il decreto darà il via libera anche a prezzi più bassi per i tamponi che saranno gratuiti per chi è impossibilitato a fare il vaccino, costeranno 8 euro per i minori di 18 anni e 15 euro per tutti gli altri, fino al 31 dicembre. L'obbligo riguarderà anche i membri delle cariche elettive, quindi i parlamentari, oltre che i membri dei consigli regionali e comunali.

Previste sanzioni per chi si presenta sul posto di lavoro senza certificato verde. Prevista, inoltre, la sospensione dal lavoro e quindi dallo stipendio dopo 5 giorni di accesso all’ufficio senza il Green pass.

Il personale non in possesso della certificazione verde COVID-19 o qualora risulti privo della predetta certificazione al momento dell’accesso al luogo di lavoro, è considerato assente ingiustificato e, a decorrere dal quinto giorno di assenza, il rapporto di lavoro è sospeso fino alla presentazione della predetta certificazione e, comunque non oltre il 31 dicembre 2021, e, in ogni caso, senza conseguenze disciplinari e con diritto alla conservazione del rapporto di lavoro.

La sospensione è disposta dal datore di lavoro o dal soggetto da lui delegato. Resta la possibilità di chiedere lo smart working, ove possibile. 

Nel frattempo, si riducono i tempi per avere il certificato. Si otterrà subito dopo la prima somministrazione, senza aspettare che passino 15 giorni. Non cambia, invece, la durata dei tamponi validi per ottenere il Green pass: resta di 48 ore.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU