/ Grugliasco

Grugliasco | 11 aprile 2021, 15:08

Per i suoi 30 anni di spettacoli, Cirko Vertigo si regala un archivio digitale [FOTO]

Visibile dal 12 aprile su NicePlatform, con fotogallery, video e bio degli artisti di oltre 40 produzioni

cirko vertigo

Un archivio digitale per la Fondazione Cirko Vertigo

Per i suoi trent'anni di attività, a partire dal 12 aprile Fondazione Cirko Vertigo renderà consultabile liberamente su www.niceplatform.eu la sezione "Archivio", un'amplissima raccolta di video, fotografie e libri inerenti il mondo delle arti performative e del circo contemporaneo, raccolti in questo lungo periodo di spettacoli. Un momento di restituzione culturale dedicato al pubblico da casa, che tiene conto di una storia densa e ancora in divenire, anche in questo periodo di stasi forzata dell'intero settore.

Fondazione Cirko Vertigo, presieduta da Paolo Verri, già direttore di Matera Capitale della Cultura, e fondata e diretta da Paolo Stratta, è nata nel 2016 dall’eredità lasciata dall’Associazione Qanat Arte e Spettacolo, assumendo nel 2002 il nome di Cirko Vertigo, uno dei primi centri di creazione, produzione e formazione professionale nell’ambito delle arti circensi e residenza per i giovani artisti. Da diversi mesi lo spazio dii NicePlatform, piattaforma virtuale creata ad hoc nel 2020 per ospitare la stagione teatrale digitale Solo in Teatro, ideata e diretta da Caterina Mochi Sismondi, ha consentito a numerosi artisti di lavorare per diverse settimane al Café Müller di Torino, proponendo speciali lavori solisti fruibili in streaming e corredati di documentario sul backstage. 

Lo spettacolo dal vivo è un esempio privilegiato di quanto l’esperienza fra artista e pubblico sia fatta di occasione, di momenti rubati che lasciano la fotografia del momento e dell’incontro allo scatto della memoria – spiega Stratta -. Fermare gli attimi di queste esperienze è stato un tema ricorrente sin da quando ho iniziato a occuparmi di spettacolo dal vivo nel 1991 e già a partire dal mio saggio Una piccola tribù corsara avevo chiaro quanto fosse importante provare e fermare le tracce dell’effimero. Questo tema, rimasto sottotraccia per tanti anni, è diventato centrale nel momento in cui, a teatri sigillati e con tutte le compagnie e gli artisti fermi ai blocchi di partenza, ci siamo interrogati su quanto fosse importante recuperare la dimensione della testimonianza. Da qui è nata, per ragioni poetiche, storiografiche, organizzative e occupazionali, la volontà della memoria, c’è qualcosa di coerente in questa scelta: la necessità del teatro”.

I contenuti dell’archivio, che saranno consultabili da tutti gli iscritti alla piattaforma, prevedono oltre 40 spettacoli che hanno segnato la storia di Cirko Vertigo, dal 2002 ad oggi, con reperti che risalgono al 1991, tra cui quelli nati da esperienze di scambio all’estero con altre scuole europee degli studenti del corso professionale di Artista di Circo Contemporaneo e i primi spettacoli della compagnia blucinQue diretta da Caterina Mochi Sismondi.

E ancora: le restituzioni delle migliori residenze artistiche e gli attesi appuntamenti natalizi con il tradizionale Christmas Show. Si aggiungono a questi spettacoli gli Impromptu e gli Exit, rispettivamente le restituzioni di fine anno dei ragazzi del primo e secondo anno del corso professionale di Artista di Circo Contemporaneo: la formazione è infatti il pilastro della Fondazione e per gli allievi è fondamentale, nel loro percorso formativo, avere momenti di messa in scena. 

La scheda di ogni spettacolo prevederà la possibilità di consultare, oltre all’abstract, una gallery con le foto di scena, le bio degli artisti principali e dei tecnici e reperti video, ora parziali ora integrali, dello spettacolo stesso.

Manuela Marascio

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium