/ Cronaca

Cronaca | 23 maggio 2021, 15:20

Dramma della funivia Stresa-Mottarone, il bilancio delle vittime si aggrava: 14 i morti

Due bambini trasportati al Regina Margherita: uno dei due è arrivato cosciente, ma con un politrauma cranico, toracico, addominale e con fratture agli arti inferiori. Il cordoglio del premier Draghi

La cabina della funivia Stresa-Mottarone precipitata

La cabina precipitata

Si aggrava di minuto in minuto il bilancio della tragedia che si è verificata oggi sulla funivia Stresa-Mottarone, dove una cabina si è staccata ed è precipitata nel vuoto: sono infatti 13 i morti accertati dai soccorritori, che da oltre due ore sono presenti sul posto.

Secondo le prime informazioni che giungono dal luogo dell'incidente, la cabina si è staccata a 300 metri dall’arrivo, in un punto molto alto del tratto funicolare, a 100 metri circa dall’ultimo pilone.

Due bambini al Regina Margherita

Due bambini sono stati trasportati con l’elisoccorso all’ospedale Regina Margherita di Torino: uno dei due, apparentemente di 5 anni, è arrivato cosciente, con politrauma cranico, toracico, addominale e con fratture agli arti inferiori. Il secondo bambino, di 9 anni, è stato rianimato con un massaggio cardiaco andato avanti per alcuni minuti ed ora è stato sottoposto a Tac: si trova in condizioni critiche. E' intubato a causa di un brutto trauma cranico e di un trauma toracico, oltre a una serie di fratture agli arti. La prognosi è riservata.

Il governatore Cirio diretto a Stresa

Siamo sconvolti per l’incidente avvenuto oggi sulla funivia Stresa-Mottarone. Ci stringiamo forte alle famiglie delle vittime e preghiamo per i due bambini feriti con ogni speranza possibile nel cuore. È una tragedia enorme che ci toglie il fiato. La Protezione civile regionale è sul posto per aiutare i soccorsi e dare tutto il proprio sostegno”. Sono le parole del presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, in viaggio verso Stresa con il vice presidente Fabio Carosso e l’assessore ai Trasporti e alla Protezione Civile Marco Gabusi.

"Esprimo a nome del Consiglio regionale del Piemonte, il cordoglio per l’immane tragedia di quest’oggi avvenuta lungo la linea della funivia Stresa-Alpino Mottarone che ci lascia tutti senza parole. Il mio pensiero va alle famiglie delle  persone che hanno perso la vita, comprendendo che nulla può alleviare un dolore così grande, ma in questo momento è importante stringerci attorno a loro. Di fronte alla morte di così tante vite non si può che restare sgomenti e addolorati. Chiedo a tutti i piemontesi di unirsi in preghiera per i due bambini feriti in modo grave che lottano per la vita trasportati in codice rosso presso il Regina Margherita a Torino" afferma invece il presidente del Consiglio regionale, Stefano Allasia.

Incidente durante i soccorsi: illesi i Vigili del fuoco

Sul posto oltre ai Vigili del fuoco e al Soccorso Alpino, anche due eliambulanze del 118 e l'elicottero Drago dei Vigili del fuoco. Allertato anche il Dea del Castelli di Verbania. Un pick up dei Vigili del fuoco si è ribaltato salendo al Mottarone per raggiungere il luogo della tragedia dopo la caduta della cabina della funivia. Fortunatamente tutti gli occupanti del mezzo di soccorso sono usciti illesi. 

Il cordoglio del Premier Draghi

"Ho appreso con profondo dolore la notizia del tragico incidente della funivia Stresa - Mottarone. Esprimo il cordoglio di tutto il Governo alle famiglie delle vittime, con un pensiero particolare rivolto ai bimbi rimasti gravemente feriti e ai loro familiari". Lo afferma il presidente del consiglio Mario Draghi che segue ogni aggiornamento in costante contatto con il ministro Enrico Giovannini, con la Protezione Civile e con le autorità locali.

"È una vera tragedia, non si può morire così. Ora concentriamoci sui soccorsi, poi sarà il tempo delle responsabilità. Massima vicinanza al comune di Stresa per i soccorsi, siamo vicini alle famiglie delle vittime e dei feriti". Così Francesco Boccia, deputato PD e responsabile Enti locali della Segreteria nazionale.

"Esprimo il mio più sincero cordoglio e sono vicino alle famiglie coinvolte dall'incidente della funivia: è un dramma terribile per l'intera nostra comunità piemontese. Adesso è un momento di dolore ma sarà necessario e urgente provvedere alla verifica e ad una manutenzione straordinaria di impianti e piste anche in vista delle prossime aperture estive". Lo dichiara il viceministro allo Sviluppo economico Gilberto Pichetto, senatore di FI.

Appendino: "Tragedia che lascia senza parole"

Anche la sindaca di Torino, Chiara Appendino, ha voluto esprimere il suo sgomento per quanto accaduto a Stresa: "Una tragedia che lascia senza parole: esprimo la vicinanza della Città alle famiglie e ai cari delle vittime e il nostro pensiero va ai bambini ricoverati al Regina Margherita".

Il cordoglio di Montaruli e di FI

Quella che è accaduta oggi a Stresa è una tragedia che lascia senza parole. Mi stringo al dolore dei familiari delle vittime, preghiamo per loro e per i bambini feriti trasportati d’urgenza all’ospedale Regina Margherita di Torino. Ci auguriamo che si faccia presto chiarezza su questa disgrazia, una ferita per tutto il territorio piemontese” così il deputato Augusta Montaruli Fdi.

Ci stringiamo attorno alle famiglie colpite dalla tremenda tragedia avvenuta a Stresa. Ora aspettiamo le risultanze delle indagini che dovranno accertare come sia potuto avvenire questo incidente che speriamo siano rapide, anche se sappiamo che conoscere le ragioni del cedimento non potrà mai restituire ai propri cari le persone che abbiamo perso”. Ad affermarlo in una nota il coordinatore regionale degli Azzurri in Piemonte Paolo Zangrillo, i vicecoordinatori regionali Roberto Pella, Roberto Rosso e Diego Sozzani, la commissaria azzurra e parlamentare del Vco Mirella Cristina e tutti i parlamentari piemontesi.

Una tragedia che ci lascia tutti sgomenti, un disastro che ha funestato una domenica che doveva essere di svago e di divertimento e che si è trasformata in un dramma indicibile. Ora la cosa più importante è pregare per le vittime e per i due bambini che lottano per le proprie vite. Esprimiamo il cordoglio di tutto il gruppo consiliare Lega Salvini Piemonte, mettendoci al servizio delle comunità che stanno vivendo ore tanto tragiche e drammatiche”. Lo dichiarano in una nota il presidente Alberto Preioni e tutti i consiglieri del gruppo Lega Salvini Piemonte.

Aggiornamento 19:40

Uno dei due bimbi ricoverati al Regina Margherita è deceduto a causa dei gravi traumi riportati. Le vittime sono ora 14.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium