/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 31 marzo 2022, 06:02

La rivoluzione si muove su 4 ruote, il 2022 in Piemonte porta al "sorpasso": si comprano più ibride che benzina

Lo svela l'ultimo report di Italia Bilanci. Di Tanno: "Si tratta di un balzo significativo che rivela la crescente sensibilità e consapevolezza delle persone per l’ambiente"

dettaglio di un'automobile

Il mondo dell'auto cambia, anche dal punto di vista degli acquisti

Cambia il mondo dell'auto in Piemonte, non solo sui tavoli dei progettisti, ma anche in concessionaria. La transizione infatti si sta rivelando anche nelle vendite di vetture. E nel primo trimestre del 2022 la nostra regione vede l'ibrido superare la benzina tra i gusti dei clienti.

I numeri del Piemonte

Lo confermano i numeri di Italia Bilanci, che ha stilato un rapporto sull’andamento del settore, l’Automotive dealer Report. Nel 2021 in Piemonte il mercato delle vendite auto, in termini di alimentazione, ha visto la benzina in testa con il 34,06% e l’ibrida a quota 30,78%. L’elettrico al 4,10%, il diesel al 15,36%, l’ibrida plugin al 3,67%, il gpl all’11,08% e il metano allo 0,97%.

Nel primo trimestre 2022 la quota mercato delle auto ibride in Piemonte supera quella della benzina con una stima del 37,24% del mercato; benzina al 30,05%, elettrico al 2,28%, Ibrida plugin al 5,12%, diesel al 12,41%, metano allo 0,49% e Gpl al 12,41%.

"Un segnale di consapevolezza"

Una rivoluzione su quattro ruote? In parte sì. “Si tratta di un balzo significativo che rivela la crescente sensibilità e consapevolezza delle persone per l’ambiente - commenta Alberto Di Tanno, presidente del Gruppo Intergea e co-founder insieme con Fausto Antinucci di Italia Bilanci -. Scegliendo una vettura ibrida, s’intraprende la transizione, senza arrivare ancora all’approdo dell’elettrico, che purtroppo resta caratterizzato da incognite che non danno sicurezza al consumatore, come le infrastrutture di ricarica, i tempi e la durata delle batterie”. 

Nel primo trimestre 2021 invece le quote benzina e ibrida del mercato erano pressoché invertite: le vetture a benzina rappresentavano il 38,16% delle vendite, mentre le ibride erano al 30,69%.

Cosa succede in Italia?

A livello nazionale il 2021 ha visto l’exploit della vettura ibrida con un salto al 29,05% della quota mercato (nel 2020 era al 16,06%). Il venduto con alimentazione elettrica è arrivato a rappresentare il 4,6%  rispetto al 2,35% del 2020. Mentre l’ibrida plug-in passa dall’1,9% al 4,74% e quelle a metano/gpl dal 9,08% al 9,51%.

Il diesel invece sprofonda e la sua quota mercato nel 2021 scende al 22,14%, 10 punti percentuali in meno rispetto all’anno precedente (32,72%). L’alimentazione a benzina resta in testa nel mercato delle vendite auto con il 29,95%.

Massimiliano Sciullo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium