/ Attualità

Attualità | 26 aprile 2022, 15:15

Grugliasco, il Museo del Toro celebra con una mostra i suoi primi 20 anni a Villa Claretta

L'inaugurazione martedì 3 maggio alle ore 21

Villa Claretta

Il Museo del Toro celebra con una mostra i suoi primi 20 anni a Villa Claretta

Il Museo del Grande Torino e della Leggenda Granata martedì 3 maggio alle ore 21 inaugurerà la mostra “Museo 20. Vent’anni di noi, vent’anni di Museo del Toro” che sarà visibile fino a domenica 17 luglio 2022  nella sala della Memoria. All’evento saranno presenti il Roberto Montà, sindaco di Grugliasco, Marcello Mazzù, ex sindaco di Grugliasco che accolse a Villa Claretta nel 2002 il Museo del Toro, Angelo Cereser, ex giocatore granata e membro del consiglio di amministrazione della Fondazione Filadelfia, e Amos Ferrini, figlio dell’indimenticato capitano Giorgio.     

La mostra celebra i 20 anni del Museo del Toro, che è stato voluto e continua ad esistere esclusivamente grazie all’opera dei suoi volontari. Tifosi del Toro che da sempre e gratuitamente, mettendoci quando occorre soldi di tasca propria, si dedicano a divulgare i valori granata e la memoria storica di una squadra, il Grande Torino, conosciuta ed ammirata in tutto il Mondo e che ha contribuito a creare il calcio italiano divenendone un simbolo ed un esempio per il Paese dopo la Seconda Guerra Mondiale.      

La mostra ripercorre, per quanto possibile, il nostro cammino museale, ricordando sia gli anni di villa Claretta, sia quelli di Grugliasco – racconta Giampaolo Muliari direttore del museo e curatore delle mostre - La finalità di questa mostra è di tenere accesa l'attenzione verso la nostra realtà, anche in ottica dell'auspicato spostamento al Fila (ecco il perché del sottotitolo in granata "da Superga a Villa Claretta, con il Fila nel cuore"), ringraziare chi ci ha ospitato, sostenuto, visitato e soprattutto ricordare il valore della memoria e lo spirito di gratuità che sostiene da sempre la nostra mission. Valori forse scontati, ma anche frettolosamente da alcuni dimenticati. Ricorderemo l'amicizia con il Museo River, il museo Benfica e il Museo Viola; alcune mostre a tema, i nostri momenti più belli e alcune persone care come Carla Maroso e don Aldo Rabino, ma anche il valore della fratellanza sportiva e della solidarietà”.

In base alle vigenti indicazioni in merito all’emergenza Covid, sarà a disposizione un numero limitato di posti per la serata e l’accesso è consentito indossando la mascherina FFP2. Le richieste per partecipare alla serata dovranno essere effettuate mandando una mail entro 24 ore dall’evento a volontari@museodeltoro.it.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium