/ Eventi

Eventi | 24 marzo 2024, 04:58

Cosa fare a Torino nel weekend: gli eventi fino a domenica 24 marzo

I concerti di Depeche Mode, Levante e Vecchioni, le risate con Luca Ravenna ed Eleazaro, i balli di Grease e le arie pucciniane della Fanciulla del West. A teatro le lacrime mute, la storia di Jesse Owens e la Mafia raccontata ai bambini. Appuntamento con il Capodanno persiano, mentre continua il Festival dell'Oriente al Lingotto Fiere

Levante in concerto mercoledì 20 e giovedì 21 marzo al Teatro Alfieri

Levante in concerto mercoledì 20 e giovedì 21 marzo al Teatro Alfieri

 

EVENTI 

FESTIVAL DELL’ORIENTE 
Sabato 23 e domenica 24 marzo
Mostre fotografiche, bazar, gastronomiaa, cerimonie tradizionali, spettacoli folkloristici, medicine naturali, concerti, danze e arti marziali. Sono alcuni degli eventi che animeranno il Festival dell’Oriente 2024. Un viaggio attraverso le culture di Oriente e Medio Oriente con ospiti da paesi come Tailandia, Vietnam, Cina, Sri Lanka, Nepal, Cambogia, Indonesia, India, Malesia, Mongolia. Novità principale di quest’anno sarà il Japan Expo: una parte nuova che riguarda il Giappone moderno, come prolungamento della tradizione, cui si aggiunge la parte dedicata alla Corea moderna, con un allestimento tutto a tema Squid Game. Grazie a questo spazio dedicato, quest’anno porte aperte anche ai cosplayer “non tradizionali” che potranno avere un biglietto ridotto. 
INFOhttps://www.festivaldelloriente.it/torino/?gad_source=1&gclid=Cj0KCQjwwMqvBhCtARIsAIXsZpbHB9M_KuDwLOuERH81Uao3oxPqoWUgKtGG2fB1kEqA93z6Gzk5-RwaArpeEALw_wcB 

NOWUZ 
Mercoledì 20 marzo dalle ore 20 
A Off Topic è un nuovo giorno: mercoledì 20 marzo arriva Nowruz, il Capodanno persiano. ‘Nowruz’ in lingua farsi significa ‘nuovo giorno’, ovvero la festa più antica del mondo, che ricorre con l’equinozio e segna l’inizio della primavera. Proprio in occasione di questa data, che simboleggia rinascita e rinnovamento, The Goodness Factory sceglie di festeggiare a OFF TOPIC insieme alle comunità iraniane, un atto e un segno di resistenza culturale organizzato con Iraniani di Torino e Womanlifefreedom. Una serata di musica e condivisione per celebrare la libertà e la diversità culturale. L’idea è quella di passare tutta la serata insieme: dalla cena nel Bistrò in cui si assaggeranno i piatti tradizionali persiani fino alla musica live e al Dj Set con cui continuare a ballare insieme. La cena persiana presenterà infatti i migliori piatti della tradizione a partire dalle ore 20, mentre dalle ore 21.30 prenderà il via anche il live che porta sul palco di OFF TOPIC la musica iraniana di Amir Shoja, Paya Ghafarian, Kousha Nikkar, Azin Armoon, Mitra Taheri, Amin Yousefi,  Isa Moazen, Hadi Sattari, Amir Bayat, Miraan, Mostafa Adibian, Ramtin Zg, Marjan Doras. A chiudere la serata alle ore 23 il djset di DJ Miraan.
INFO: https://offtopictorino.it/   

TRANS VISIBILITY NIGHT 
Sabato 23 marzo ore 21
Trans* Visibility Night quest’anno giunta alla sua quarta edizione si svolgerà al Museo del Cinema.  L’evento organizzato dal Coordinamento Torino Pride per il riconoscimento e visibilità alla vita e alle esperienze delle persone trans* quest’anno ha come claim Nel cielo brillano storie trans e celebra come sempre il Transgender Day of Visibility (31 marzo). Durante la serata saranno consegnati i riconoscimenti della manifestazione, l’iconica stella a cinque persone impegnati in campi che spaziano dai social media allo sport. Per la categoria attivismo Egon Botteghi, per la categoria stand up comedy e social Diego Piemontese, per la categoria poesia June Scialpi, per la categoria sport Valerə Avalle e per la categoria in memoria Lucy Salani.  La serata sarà un momento di celebrazione con letture, performance teatrali e di stand up. Sul palco attesa anche Vladimir Luxuria, direttrice del Lovers Film Festival. 
INFOhttps://www.torinopride.it

CINEMA 

TORINO VIOLENTA 
Sabato 23 marzo ore 18.30 
Il secondo appuntamento dell'edizione 2024 del Piccolo Festival del Cinema Underground Torinese sarà un vero e proprio salto nel mito cinematografico italiano. Al Mau – Museo di Arte Urbana di Torino sabato 23 marzo (ore 18.30) verrà proiettato infatti “Torino violenta”, il film cult di Carlo Ausino del 1977. Come da abitudine del festival ad accompagnare la proiezione ci saranno i protagonisti, che racconteranno al pubblico presente aneddoti e curiosità dal set ma anche il percorso che ha compiuto il film da piccola produzione (costò solo 60 milioni di lire) a cult assoluto. Al MAU saranno quindi presenti Emmanuel Cannarsa (l'agente Danieli) e Toni Campa (Franco Solari), ma anche Sauro Roma, scenografo del film.
INFO: galleriadelmau@gmail.com 

GLOCAL FILM FESTIVAL 
Dal 20 al 25 marzo
Il 23° Glocal Film Festival, che quest’anno si svolge dal 20 al 25 marzo 2024, ha un ospite d’eccezione in programma.  L’attore, regista e sceneggiatore Carlo Verdone sarà infatti alla kermesse, diretta da Alice Filippi, per una giornata, venerdì 22 marzo. Si apre quel giorno la mostra fotografica con i suoi scatti Luci nel silenzio. L’inaugurazione delle 18 al Polo del ‘900 sarà anche l’occasione per assegnare a Carlo Verdone il Premio Bosca Viaggio in Piemonte, mentre alle 20.30 al Cinema Massimo, il Museo Nazionale del Cinema gli darà Premio Stella della Mole, durante un talk seguita dalla proiezione de Il mio miglior nemico. Il Glocal Film Festival, in programma al Cinema Massimo di Torino e in altre sedi della città e del Piemonte, è come sempre organizzato dall’Associazione Piemonte Movi. Fil rouge della rassegna 2024, saranno le Origini, che si rintraccerà in diverse forme grazie a 55 titoli in programma.
INFO: www.glocalfilmfestival.it

FELA. IL MIO DIO VIVENTE
Giovedì 21 marzo ore 20.15
Inizia da Torino il tour di presentazioni, con l’intervento del regista, di Fela. Il mio dio vivente di Daniele Vicari, candidato ai David di Donatello di e ai Nastri d'Argento 2024, in arrivo nelle sale italiane giovedì 21 marzo, distribuito da Luce Cinecittà. In concomitanza con l’uscita nazionale, Daniele Vicari incontrerà il pubblico alla prima del film al Cinema Fratelli Marx, alle ore 20.15, nel corso di una serata organizzata da Aiace Torino in collaborazione con Seeyousound International Music Film Festival e con TUM Torino. All’incontro interverranno il coordinatore di AIACE Torino Enrico Verra e il giornalista Paolo Ferrari. 
INFO: https://aiacetorino.it/

CONCERTI

***RINVIATO - LOREDANA BERTE' 
La data di Torino del tour di Loredana Bertè, in programma martedì 19 marzo, è posticipata a venerdì 24 maggio. I biglietti acquistati saranno validi per la nuova data. Chi fosse impossibilitato potrà richiedere il rimborsi dei biglietti entro il 5 aprile. Tutte le informazioni sui  social e sul sito www.teatrocolosseo.it sui profili social del Teatro.

LEVANTE
Mercoledì 20 e Giovedì 21 marzo ore 21
Il tour "Live nei teatri" porta la cantautrice, autrice e scrittrice nella "sua" Torino. Ad accompagnarla sul palco la sua band di sempre: Alessio Sanfilippo alla batteria, Alessandro Orefice alle tastiere, Matteo Giai al basso, Eugenio Odasso alla chitarra, Lorenza Giusiano e Elisa Semprini ai cori. Insieme alle immancabili hit, verranno proposte alcune perle che mancano in scaletta da tanto, oltre alle canzoni dell'ultimo album “Opera Futura”. Alcune canzoni sono state rivisitate grazie all'aggiunta di strumenti come il violino e il contrabbasso elettrico che le portano su tappeti armonici più vicini al trip-hop che al sound originale.
INFO: Teatro Alfieri, piazza Solferino 4, www.teatroalfieritorino.it

TRIBUTO A WHITNEY HOUSTON
Mercoledì 20 marzo ore 21
In occasione del 60° anniversario dalla nascita di Whitney Houston, icona indiscussa della musica pop e voce tra le più influenti di ogni tempo, arriva questo show spettacolare, interpretato dalla stellare Belinda Davids, capace di incarnare lo spirito e la potenza espressiva della Houston rendendo omaggio alla sua memoria e rievocando la maestria vocale che ha definito intere generazioni di artisti e ispirato milioni di fan. Durante la serata verranno riproposte tutte le più amate hits della cantante, da I Wanna Dance With Somebody a I Will Always Love You, passando per brani indimenticabili come How Will I Know One Moment in Time. Ogni performance, in questo show, è un affresco vivente, impreziosito da una band dal vivo, cori armoniosi e un'elaborata produzione di suoni, luci e effetti speciali, che insieme creano un'atmosfera unica e un'esperienza indimenticabile.
INFO: Teatro Colosseo, via Madama Cristina 71, tel. 011.6698034, www.teatrocolosseo.it

ROBERTO VECCHIONI

Giovedì 21 marzo, ore 21

L'infinito è un grande spettacolo di canti, immagini e monologhi. La prima parte è dedicata ai brani dell'album "L’Infinito", per poi lasciare spazio ad alcuni classici del repertorio del cantautore, in una narrazione che tiene insieme la musica, la parola e l’immagine. Le canzoni sono accompagnate da video e immagini che trasmettono "l'essere" delle stesse canzoni e che avvolgono il pubblico in una dimensione immaginaria e raffinata. Roberto Vecchioni è accompagnato dalla sua band storica costituita da Lucio Fabbri (pianoforte, violino, mandolino), Massimo Germini (chitarra acustica), Antonio Petruzzelli (basso) e Roberto Gualdi (batteria).
INFO: Teatro Colosseo, via Madama Cristina 71, tel. 011.6698034, www.teatrocolosseo.it

I MUSICI DI FRANCESCO GUCCINI
Venerdì 22 marzo ore 21
Il concerto è una lunga cavalcata nelle più belle canzoni di Francesco Guccini grazie all’amore, alla passione e alla bravura dei musicisti che lo hanno accompagnato durante la sua lunga carriera. Durante il concerto si alterneranno alle canzoni, i ricordi di vita vissuta con il "Maestrone" e sarà anche l'occasione per ascoltare dal vivo il loro nuovo doppio album "Ronin" con nuovi arrangiamenti, che vanta naturalmente la preziosa collaborazione e l'intervento diretto di Francesco Guccini.
INFO: Teatro Colosseo, via Madama Cristina 71, tel. 011.6698034, www.teatrocolosseo.it

DEPECHE MODE
Sabato 23 marzo ore 21
Avendo venduto più di 100 milioni di dischi e suonato per più di 35 milioni di fan in tutto il mondo, i Depeche Mode rimangono una forza musicale in continua evoluzione e singolarmente influente. Il loro 15° album in studio, Memento Mori, è stato acclamato dalla critica, come il primo, ipnotico, singolo Ghosts Again. Ispirazione indelebile per i fan, i critici e gli artisti, i Depeche Mode continuano ad andare avanti, e l’album e il tour Memento Mori rappresentano l’apertura del nuovo capitolo di un’eredità ineguagliabile e continua.
INFO: Inalpi Arena, corso Sebastopoli 123, info su ticketmaster.it, ticketone.it e vivaticket.com. Sito web inalpiarena.it

QUARTETTO ADORNO 
Lunedì 25 marzo ore 18 
Dici musica da camera per quartetto e subito vien da pensare ai Quartetti ‘Razumowsky’ di Beethoven. È quanto proporrà il Quartetto Adorno con il n. 1 dell’op. 59 per l’appunto del compositore di Bonn. Unitamente al Quartetto D 810 ‘La morte e la fanciulla’, inossidabile pagina schubertiana che attinge ad un lied il tema del movimento conclusivo. Questo il succulento programma dell’ultimo appuntamento previsto per il mese di marzo entro la 32° stagione di Polincontri Musica all’Aula Magna del Politecnico di Torino dal titolo Apoteosi della forma. E sarà un piacere tornare a sentire risuonare gli archi di questo giovane Quartetto, ormai pluripremiato e in costante ascesa, più volte ospite di Polincontri Musica.
INFO: https://www.polimusica.polito.it/stagione 

LIRICA

LA FANCIULLA DEL WEST

Venerdì 22 marzo ore 20, sabato 23 e domenica 24 marzo ore 15
Mentre i primi film western, brevissimi e muti, facevano furore sul grande schermo, Puccini pensò di trasferire una di quelle storie di pistoleri e di disperati sul prestigioso palcoscenico del Metropolitan Opera di New York. Il risultato fu quest'opera del tutto originale, sia per il soggetto sia per lo stile musicale. La protagonista è Minnie, una giovane energica e generosa che gestisce il saloon di un villaggio di cercatori d’oro in California. La sua vita è sconvolta dall’arrivo del bandito Dick Johnson, di cui è segretamente innamorata; nel tentativo di salvarlo dalla forca, arriverà persino a giocarsi la propria felicità in una partita a poker. Sul podio il maestro Francesco Ivan Ciampa, regia di Valentina Carrasco.
INFO: Teatro Regio, piazza Castello 215, tel. 0118815241/242, www.teatroregio.torino.it

L'ELISIR D'AMORE
Domenica 24 marzo ore 19
Il melodramma giocoso di Gaetano Donizetti, con la celeberrima aria “Una furtiva lacrima”. Un racconto di ambientazione popolare in un villaggio dei Paesi Baschi di fine 1700. Al centro della vicenda c’è l’amore tra Nemorino, giovane contadino sprovveduto, e Adina, furba e ritrosa ragazza corteggiata da numerosi spasimanti. La loro relazione è sottoposta a tante prove, dai raggiri di un dottore ciarlatano che promette sieri magici alla minaccia della guerra. Un’opera che celebra il trionfo dell’amore e delle buone intenzioni sul cinismo e l’inganno. Prima dello spettacolo verrà servito un aperitivo compreso negli biglietto di ingresso nella Sala del cervo della Palazzina di Caccia di Stupinigi.
INFO: Palazzina di Caccia di Stupinigi, Nichelino, tel 011.6279789, teatrosuperga.it

MUSICAL

GREASE

Venerdì 22 marzo ore 20.45, Sabato 23 ore 15.30 e 20.45, Domenica 24 ore 15.30
In Italia, il musical di Jim Jacobs e Warren Casey, da 25 anni sui palcoscenici, è un fenomeno che si conferma ogni sera, con più di 1.800 repliche che sfiorano i 2 milioni di spettatori a teatro. Grease è una festa travolgente che dal 1997 accende le platee italiane e ha dato il via alla musicalmania, trasformandosi in un fenomeno di costume “pop”, un cult intergenerazionale. È un inno all’amicizia, agli amori indimenticabili e assoluti dell’adolescenza, oltre che a un’epoca -gli anni ’50- che oggi come allora rappresentano il simbolo di un mondo spensierato e di una fiducia incrollabile nel futuro. Impossibile non ricordare il film campione di incassi del 1978 con John Travolta e Olivia Newton-John e le indimenticabili canzoni, tra ciuffi ribelli modellati con la brillantina, giubbotti di pelle e gonne a ruota. Regia di Saverio Marconi, produzione Compagnia della Rancia.
INFO: Teatro Alfieri, piazza Solferino 4, www.teatroalfieritorino.it

ONE MAN SHOW

ELEAZARO ROSSI

Giovedì 21 marzo ore 21

Il comico e volto delle Iene porta in scena lo spettacolo Grande figlio di p***a, il terzo one-man-show della sua carriera teatrale. Un trattato di umanità e umorismo mai volgare dove Eleazaro indossa i panni di se stesso, tra monologhi pungenti e battute fulminanti.
INFO: Teatro Concordia, corso Puccini, Venaria, tel. 0114241124, www.teatrodellaconcordia.it

GIO EVAN, "FRAGILE INOSSIDABILE"
Venerdì 22 e Sabato 23 marzo ore 21
Il poliedrico artista torna in teatro con un'opera del tutto inedita attraverso monologhi, poesie, canzoni e gag. L'autore racconta la forza della fragilità inossidabile, dello spessore della finezza e dei frammenti rimasti fra menti rimaste. Tra giochi di parole e concetti visionari, il funambolo Evan illumina il pubblico con una nuova prospettiva di vita, dichiarando che “Fragile/inossidabile” è una protezione 50 contro i raggi degli iperinsensibili.
INFO: Teatro Concordia, corso Puccini, Venaria, tel. 0114241124, www.teatrodellaconcordia.it

LUCA RAVENNA

Sabato 23 e Domenica 24 marzo ore 21

Lo stand-up comedian dei record torna per altre due date dopo il tutto esaurito di ottobre, con l’attesissimo tour Red Sox – Uno spettacolo comico. Ravenna arriva da un 2022 ricchissimo di successi che l’ha visto registrare oltre 30.000 presenze in Italia e in Europa, primo tra i comedian italiani della nuova generazione a sbarcare all’estero. Non a caso il suo show ha un importante contributo dalla cultura americana e dalla tradizione statunitense.
INFO: Teatro Colosseo, via Madama Cristina 71, tel. 011.6698034, www.teatrocolosseo.it

CHIARA FRANCINI, "FORTE E CHIARA"

Domenica 24 ore 21

Col sarcasmo, la vita, la malinconia e la carne, Chiara ci racconta cosa significhi per lei essere una donna oggi e lo fa in modo rivoluzionario: dicendo la verità. L’atmosfera, divertente ma sofisticata, è unica nel suo genere, accattivante, molto originale. Un piccolo gran varietà, con musica ed effetti speciali. Di e con Chiara Francini, regia di Alessandro Federico.
INFO: Teatro Concordia, corso Puccini, Venaria, tel. 0114241124, www.teatrodellaconcordia.it

http://www.teatrodellaconcordia.it/

TEATRO

LA RAGAZZA SUL DIVANO
Martedì 19, Giovedì 21 e Sabato 23 marzo ore 19.30, Mercoledì 20 e Venerdì 22 ore 20.45, Domenica 24 ore 16
Valerio Binasco è riconosciuto come il principale interprete italiano di Jon Fosse, da sempre affascinato dalla poesia introspettiva che attraversa ogni suo testo e dalla relazione quasi proustiana che le opere del maestro norvegese tracciano tra passato e presente. Questa storia ha il suo fulcro narrativo in una donna di mezza età, intenta a dipingere il ritratto di una ragazza seduta su un divano. Combatte contro i dubbi sulle proprie capacità artistiche e un’immagine ricorrente che la perseguita: una giovane accovacciata sul sofà. Ma la ragazza non è altro che l’istantanea di lei stessa da giovane, turbata da mille incertezze. Binasco, affiancato da un cast di grandi interpreti, affronta qui il modo in cui le ferite psichiche inflitte nell’infanzia non si rimarginano mai del tutto.
INFO: Teatro Carignano, p. Carignano 6, tel. 0115169555-800235333, www.teatrostabiletorino.it

LA MARIA BRASCA

Martedì 19, Giovedì 21 e Sabato 23 marzo ore 19.30, Mercoledì 20 e Venerdì 22 ore 20.45, Domenica 24 ore 16
La Maria Brasca è un personaggio femminile indimenticabile del teatro di Giovanni Testori, cavallo di battaglia di Adriana Asti e Franca Valeri, unico personaggio vincente tra quelli raccontati dal poeta, drammaturgo e romanziere lombardo. Una donna che grida al mondo la potenza della passione e l’amore per una vita libera da ogni convenzione: fa la calzettaia in una fabbrica milanese e fa l’amore, con qualche scandalo per la gente, come gli uomini, senza problemi. Un invito a inseguire i propri sogni, ad avere fiducia nel futuro, senza cedere, difendendo tutto ciò che conta. Questo allestimento è diretto da Andrée Ruth Shammah.
INFO: Teatro Gobetti, via Rossini 8, tel. 0115169555-800235333, www.teatrostabiletorino.it

THE CITY
Martedì 19 marzo ore 21, Mercoledì 20 ore 19, Giovedì 21 ore 20
Jacopo Gassmann mette in scena questo testo di Martin Crimp, uno dei più importanti e radicali autori del panorama drammaturgico contemporaneo. Lo spettacolo si apre su una crisi di coppia di cui sono protagonisti Chris (impiegato di una grande società a rischio licenziamento), e Clair (traduttrice che ha avuto un ambiguo incontro con un noto scrittore). La tensione tra marito e moglie è evidente, nessuno sembra capace di ascoltare, i confini fra realismo e finzione cadono mentre i personaggi scompaiono nei loro dialoghi.
INFO: Teatro Astra, via Rosolino Pilo 8, tel. 5634352, www.fondazionetpe.it

CHEF
Mercoledì 20, Giovedì 21 e Venerdì 22 ore 20
Viola Marietti è uno dei più luminosi talenti fra le giovani attrici del panorama teatrale italiano e con questa nuova prestigiosa produzione del Centro Teatrale Bresciano ritorna al Baretti diretta da Serena Sinigaglia, regista sempre attenta ai temi del femminile. In scena il testo di Sabrina Mahfouz, drammaturga anglo-egiziana affermata a livello internazionale. "Chef" è una precisa categoria di persone, quelle disgraziate che vivono ai limiti e che nessun padre e nessuna madre tolgono dalla strada. Quelle che sbagliano e che la nostra giustizia punisce o rieduca.
INFO: CineTeatro Baretti, via Baretti 4, Torino, tel. 011.655187, www.cineteatrobaretti.it 

LACRIME MUTE. STORIE DI DONNE CONTRO LA MAFIA

Mercoledì 20 marzo ore 21

Letizia incontra così Emanuela Loi, Felicia Impastato, Rita Atria, e grazie a ognuna delle loro testimonianze ritrova pian piano forza. Le storie di queste donne non sono storie felici, ma anche per loro, Letizia, rivedrà la sua posizione e la sua scelta di abbandonare la città. Drammaturgia e regia di Benedetta Perego e Marianna Musacchio.
INFO: Teatro Concordia, corso Puccini, Venaria, tel. 0114241124, www.teatrodellaconcordia.it

FABIO TROIANO - IL DIO BAMBINO
Mercoledì 20 marzo ore 21
Terzo capitolo del teatro d’evocazione di Gaber e Luporini, è un testo di tragicomica e potente contemporaneità sulla crisi di un uomo di mezza età, in bilico fra responsabilità ed eterna adolescenza. La regia di Giorgio Gallione ne valorizza attualità ed empatia e trova un perfetto connubio con l’interpretazione del talentuoso Fabio Troiano che, contrappuntato dalle canzoni di Gaber, restituisce l’ironia, il cinismo ma anche la tenerezza di questa pièce.
INFO: Teatro Gioiello, via Colombo 31, www.teatrogioiellotorino.it

IL MEDICO DEI PAZZI
Giovedì 21, Venerdì 22, Sabato 23 marzo ore 21, Domenica 24 ore 16
La celebre commedia di Eduardo Scarpetta, capolavoro assoluto di comicità, rivive di nuova luce nell’adattamento diretto da Claudio Di Palma. Siamo alla fine degli Anni 50, la filodiffusione invade per la prima volta i luoghi pubblici con l'intento di pacificare gli animi agitati da un vortice di affannoso arrivismo. Qui ritroviamo le avventure di Felice Sciosciammocca, giunto a Napoli per fare visita al nipote Ciccillo che gli ha fatto credere di essere medico e proprietario di una clinica “per matti”. Le frustrazioni, le speranze, le ambizioni degli stravaganti personaggi si trasformano in assolute follie agli occhi dello stralunato Sciosciammocca, regalando al pubblico irresistibili spunti di travolgente comicità. Regia Claudio Di Palma.
INFO: Teatro Gioiello, via Colombo 31, www.teatrogioiellotorino.it

JC - LA STORIA DI JESSE OWENS
Giovedì 21 e Venerdì 22 marzo ore 21, Sabato 23 ore 19.30, Domenica 24 ore 16
C'è un nero che corre più veloce della Storia. Ecco perché in pochi lo hanno conosciuto. Questa è la storia di Jc, un atleta formidabile, scappato dallo schiavismo dei campi di cotone, scappato da un'adolescenza di povertà e finito direttamente tra le braccia di Hitler. Questa è la storia della pistola che gli hanno dato in mano per uccidere Hitler, e della sua decisione. Questa è la storia delle Olimpiadi di Berlino del 1936 e della supremazia della razza e della sua messa in discussione. Questa è la storia della sua anima, così veloce, da portare un grido di libertà nei tempi. Questa è la storia di un passo dietro l'altro, della discriminazione razziale, dell'amore, della vita e della guerra. E se vi sembrerà strano che un nero e un nazista siano rimasti amici fino alla fine, è perché non lo avete mai visto correre nel vento, con il vento.
INFO: Teatro Studio Bunker, via Paganini 0/200, tel. 3456778879, prenotazioni@accademiadeifolli.com, www.accademiadeifolli.com

COSA NOSTRA SPIEGATA AI BAMBINI

Venerdì 22 marzo ore 21

La storia di Elda Pucci, la prima e unica donna sindaco di Palermo, e della sua lotta alla mafia. Nel 1983 Pucci, medica pediatra, diventa prima cittadina del capoluogo siciliano. Nel giro di due anni viene sfiduciata dalla sua giunta e subisce un attentato esplosivo che le distrugge la casa. Sono anni difficili per la Sicilia, per l'Italia. Anni di droga e di affari, di uomini di stato assassinati dalla mafia, come il generale Dalla Chiesa, Pio La torre e Piersanti Mattarella. Dal testo di Stefano Massini, Sandra Mangini dirige sulla scena Ottavia Piccolo insieme ai Solisti dell'Orchestra Multietnica di Arezzo in uno spettacolo di teatro civile necessario.
INFO: Teatro Superga, via Superga 44, Nichelino, tel 011.6279789, teatrosuperga.it

QUALCOSA A CUI PENSARE
Sabato 23 marzo alle 21
Due coinquilini quasi trentenni, specchio di una generazione illusa, ironicamente incosciente, costretti a confrontarsi con le gioie e le difficoltà che questo momento cruciale la loro vita regala loro, oggi, in Italia. E' una commedia romantica quella proposta per la stagione "Riflessi" organizzata da Onda Larsen: l'autore è Emanuele Aldrovandi, la regia di Vittorio Borsari. In scena la compagnia Chronos3 di Brescia.
INFO: Spazio Kairos è via Mottalciata 7, Necessaria la tessera Arci, info biglietteria@ondalarsen.org

PER LE FAMIGLIE

IL CONTRARIO DI ME
Sabato 23 marzo ore 20.45, Domenica 24 ore 16.30
Partendo dal mito della biga alata, del cavallo bianco e del cavallo nero, il terzo appuntamento di questo viaggio narrativo intorno ai miti e ai dialoghi di Platone indaga il tema della paideia, l'educazione. Due fratelli e una sorella precipitano in un luogo senza tempo, in attesa di qualcosa di fondamentale. Per quanto siano diversi tra loro e fatichino a trovare un accordo, sanno che devono restare uniti e collaborare per farsi trovare pronti all’appuntamento. I tre capiranno, con Platone, che crescere e vivere insieme significa esercitarsi a cercare un equilibrio fra impulsi e bisogni differenti, tra Istinto, Volontà e Ragione: è solo riconoscendo in ogni diversità un'opportunità di “bene comune” che possiamo raggiungere l’obiettivo di una crescita individuale e sociale. Dagli 8 anni.
INFO: Teatro Ragazzi Trg, corso G. Ferraris 266, casateatroragazzi.it

PERFETTA

Domenica 24 marzo ore 17.30
Perfetta faceva tutto bene. Quello che non sapeva fare preferiva non farlo. “Meglio evitare”. Come in tutte le storie che si rispettino, ogni regola prevede un’eccezione. Ed ecco che proprio da un’eccezione, da un istante di coraggio in un giorno di particolare solitudine, prende il via il rocambolesco percorso di una piccola anima alla scoperta di una differente percezione di sé e del mondo. Attraverso un magico viaggio nel paese più strano del mondo, Perfetta imparerà la misteriosa forza dell’autoironia, la bellezza d’essere buffi, la capacità di amarsi e amare tutte le imperfezioni che ci fanno umani. “Lasciarsi andare”, questa è la vera forza. Abbandonarsi alla musica del mondo, agli sguardi, agli incontri, alle danze, alle fragilità, a tutte quelle cose che non possiamo controllare: questo fa crescere. Dai 6 anni.
INFO: Teatro Ragazzi Trg, corso G. Ferraris 266, casateatroragazzi.it

MOSTRE

CRISTINA MITTERMEIER 
Fino al 1° settembre   
La fotografa di National Geographic, Cristina Mittermeier, arriva in mostra alle Gallerie d’Italia.
Biologa marina, diventata fotografa, racconta la bellezza del nostro pianeta, i paesaggi selvatici, ma anche le diverse culture e tradizioni delle popolazioni che vivono in simbiosi con la natura, che vivono e conservano una Grande Saggezza, da cui il titolo della mostra aperta fino al 1 settembre. Due le tipologie di fotografie, una dedicata agli animali e una dedicata alle persone e ai luoghi. Pinguini, lupi, squali, ma anche popolazioni indigene del Brasile e del Messico. 
INFO: https://gallerieditalia.com/it/ 

AFRIKA NOW 
Fino al 30 giugno 
Afrika Now riapre la stagione delle mostre al del Museo Ettore Fico, chiuso dal 17 dicembre 2023 per il riallestimento. Lo fa con una collettiva aperta fino al 30 giugno che raggruppa il lavoro di cinque artisti (Salifou Lindou, James Mishio, Victor Fotso Nyie, Bouvy Enkobo e Elladj Lincy Delpumeaux) e che ha come focus quello delle nuove generazioni provenienti da Africa e Guadalupa. Le loro ricerche si concentrano soprattutto sulla figura umana: ritratti e autoritratto attraverso cui gli artisti raccontano problemi politici, legami famigliari, presenze sociali, affetti e storie comuni. Fil rouge la comunità nera, che sia nel Grande Continente o che sia altrove, in Europa o negli altri Paesi.
INFOwww.museofico.it  

MYTHOS 
Fino al 7 luglio 
Da Cercero ad Anubi, le oltre 30 creature della mostra Mythos hanno invaso la Ghiacciaia del Mercato Centrale di Porta Palazzo. Fino al 7 luglio le rappresentazioni di miti, divinità e figure leggendarie prendono vita e si trasformano, assumendo forme ibride composte da animali reali, fantastici e anche da parti umane, creando così entità che incarnano le caratteristiche più oscure e ambigue dell'umanità. 
INFOwww.mythoscreaturefantastiche.<wbr></wbr>it 

SHINHANGA. LA NUOVA ONDA DELLE STAMPE GIAPPONESI
Fino al 30 giugno 
Per la prima volta in Italia a Palazzo Barolo apre “Shinhanga. La Nuova Onda delle Stampe Giapponesi".  Una mostra sull’arte degli shinhanga, movimento artistico che all'inizio del XX secolo in Giappone ha rivoluzionato la tradizionale stampa ukiyoe, fondendo elementi classici con la sensibilità modernista. Oltre 80 opere originali di alcuni dei più celebri maestri shinhanga, tra cui Itō Shinsui, Kawase Hasui e Hashiguchi Goyō, che ritraendo paesaggi dai colori vibranti e splendide figure femminili hanno saputo catturare l'essenza del paesaggio e dei fermenti del Giappone di quegli anni con quel tocco di nostalgia che accompagna la scomparsa di un mondo minacciato dal progresso. La mostra propone opere provenienti da collezioni private e dalla Japanese Gallery Kensington di Londra. Kimono, fotografie storiche e oggetti d’arredo, completano il percorso fatto di preziose stampe legate al movimento che si è affermato all’inizio della democrazia Taishō (1912-1926) e che è proseguito fino agli anni Quaranta del Novecento. 
INFOwww.shinhanga.it 

LE MERAVIGLIE DELLA SETA E DEL PELTRO 
Fino al 28 gennaio 2025 
Una veste premaman in seta dei primi anni dell’800, un pregevole caracò damascato, il corsetto simbolo della donna rivoluzionaria francese, un abito da sera in taffetas cangiante di inizio ‘900. Sono solo alcuni dei pregevoli abiti e tessuti storici esposti al secondo piano di Palazzo Madama fino al 28 gennaio 2025. 
INFOwww.palazzomadamatorino.it/it

DINOSAURI - TERRA DEI GIGANTI 
Fino al 30 giugno
La sala degli stemmi di Porta Nuova fa un salto indietro nel tempo per tornare nell’era mesozoica: oltre 250 milioni di anni fa quando i dinosauri erano i padroni della Terra.Sono una ventina le riproduzioni a grandezza naturale di questi maestosi animali per la mostra Dinosauri - Terra dei Giganti. Ricostruirti in poliuretano e vetroresina quelli statici, in gommapiuma quelli mobili e dotati di un motore interno. Il percorso vuole raccontare ad adulti e bambini, l’evoluzione dai primi dinosauri erbivori, marini e volatili fino ai carnivori. Affiancati da calchi di veri fossili, si trovano le specie più note che abbiamo imparato a conoscere grazie al Jurassik Park di Steve Spielberg, come il Triceratopo, il Velociraptor e ovviamente, il Tirannosauro Rex.
INFOwww.dinosauriterradeigiganti.it  

ROBERT CAPA, UGO MULAS, MICHELE PELLEGRINO A CAMERA 
Fino al 2 giugno e fino al 14 aprile 
La tragica guerra civile spagnola, momento cruciale della storia del XX secolo, e il rapporto professionale e sentimentale fra Robert Capa e Gerda Taro sono il fulcro della mostra Robert Capa e Gerda Taro: la fotografia, l’amore, la guerra che con oltre centoventi fotografie racconta una stagione intensa di fotografia, guerra e amore. Nella mostra Ugo Mulas / I graffiti di Saul Steinberg a Milano protagonista è la Milano del boom economico e le creazioni del grande illustratore e disegnatore Saul Steinberg immortalate da un giovane Ugo Mulas, mentre lo sguardo poetico sul Piemonte rurale di Michele Pellegrino offre storie di uomini, donne e montagne nella mostra Michele Pellegrino. Fotografie 1967-2023.
INFOwww.camera.to 

I MACCHIAIOLI E LA PITTURA EN PLEIN AIR TRA FRANCIA E ITALIA
Fino al 1° aprile 
Al Mastio della Cittadella I Macchiaioli e la pittura en plein air tra Francia e Italia. Prodotta da Navigare srl, con il patrocinio di Regione Piemonte e del Comune di Torino e la collaborazione di AICS, la mostra aprirà al pubblico dal 3 febbraio al 1 aprile, con circa 70 opere di oltre 20 artisti italiani e francesi, intende analizzare il movimento italiano artistico antiaccademico dei Macchiaioli, nato intorno al 1855 a Firenze da un nucleo di giovani artisti frequentatori del Caffè Michelangelo, che influenzò l’arte europea, in particolare quella francese, sviluppando soprattutto il tema del paesaggio e della pittura en plein air. La provenienza delle opere, per lo più da collezioni private oltre che da alcune istituzioni pubbliche, rende l’esposizione particolarmente preziosa, aprendo la strada per un percorso di avvicinamento del visitatore a diversi aspetti di quella che fu una vera e propria rivoluzione macchiaiola, sia per temi sia per stili e tecniche. Dalla loro origine, e sino agli anni ’70 dell’Ottocento, i Macchiaioli si confrontarono con i pittori paesaggisti della Scuola francese di Barbizon e influenzarono grandi artisti d’Oltralpe, anticipando l’arte degli Impressionisti e contribuendo alla nascita della pittura moderna.
INFO: www.navigaresrl.com/mostra/la-mostra-sui-macchiaioli-a-torino 

ANTONIO LIGABUE
Fino al 26 maggio 
Oltre 90 opere di Antonio Ligabue ne illustrano la vita, la psiche e la storia tormentata nell’esposizione Ligabue, in corso alla Società Promotrice delle Belle Arti di Torino fino al 26 maggio. Un viaggio nell’arte di questo genio visionario sempre in evoluzione, e nella sua appassionata ricerca, con la quale sapeva inventare e rinnovare le sue opere nella loro pressante suggestione emotiva, in una iconografia popolare e raffinata. La mostra è curata da Giovanni Faccenda, si avvale del patrocinio della “Fondazione Augusto Agosta Tota per Antonio Ligabue” ed è prodotta da SM.ART, con la direzione creativa e di produzione di WeAreBeside. La mostra Ligabue, a cura di Giovanni Faccenda, si snoda attraverso 8 sale in un corpus di 71 dipinti, 8 sculture e 13 disegni ed è la prima realizzata con la Fondazione Augusto Agosta Tota per Antonio Ligabue, a quasi un anno dalla scomparsa di Augusto Agosta Tota, che dell’artista fu amico, promotore e studioso.
INFO: mostraligabuetorino.com

LE OSSA DELLA TERRA 
Fino al 13 ottobre 
Dal 26 gennaio 2024 il Museo Nazionale della Montagna di Torino invita a scoprire il legame di Primo Levi con le terre alte attraverso la mostra Le ossa della terra, un progetto ideato e prodotto dal Museo, sviluppato in collaborazione con il Centro Internazionale di Studi “Primo Levi” di Torino e curato da Guido Vaglio con Roberta Mori. Un percorso espositivo articolato attorno alle parole di Levi, ma anche a fotografie storiche, oggetti, documenti, volumi ed estratti video provenienti da archivi pubblici e privati, oltre che dai familiari dello scrittore e dal Museo. Una mostra per scoprire il legame poco conosciuto di Primo Levi con la montagna, nato negli anni dell’adolescenza e tragicamente legato al destino dello scrittore.
INFOwww.museomontagna.org

FABIO MAURI. ESPERIMENTI NELLA VERIFICA DEL MALE
Fino al 24 marzo 
In occasione della donazione al Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea della grande installazione I numeri malefici, 1978, realizzata da Fabio Mauri (Roma, 1926–2009) per la XXXVIII Biennale di Venezia, il Museo presenta fino al 24 marzo la mostra Fabio Mauri. Esperimenti nella verifica del Male.Artista e intellettuale, Fabio Mauri nasce a Roma nel 1926 e inizia a pubblicare i suoi primi disegni e articoli quando aveva solo sedici anni sulla rivista “Il Setaccio” che aveva fondato insieme a Pier Paolo Pasolini a Bologna nel 1942. Ben presto il secondo conflitto mondiale investe violentemente la vita di Mauri: un trauma che lo porta successivamente a creare forme d’arte che attraversano la performance, l’installazione, il disegno, la scrittura, il tutto riferendosi alla pittura come simbolo dell’arte in generale.
INFOwww.castellodirivoli.org

EDOARDO SANGUINETI
Fino al 30 aprile
Alle Sezioni Riunite dell’Archivio di Stato di Torino si svolge la mostra Edoardo Sanguineti nella città “cruciverba”.  L’esposizione attingerà principalmente ai fondi del Centro Studi Interuniversitario Edoardo Sanguineti, con i quali interagiranno alcune schede lessicografiche selezionate provenienti dal Fondo esempi letterari (scarti e giunte) del Grande Dizionario della Lingua Italiana, al quale Sanguineti partecipò, grazie alla fondamentale mediazione dell’amico Tullio De Mauro, in veste di direttore dei Supplementi. Sarà possibile ammirare per la prima volta due recentissimi ritrovamenti, che risalgono agli albori della carriera del Sanguineti poeta: il manoscritto di Composizione, la raccolta sottoposta nel febbraio 1950 a Cesare Pavese, che la rifiutò, due redazioni di Laszo Varga e il manoscritto finale di Laborintus, la fondamentale opera d’esordio di Sanguineti, nella redazione in cui il titolo era ancora Laberintus.
INFOwww.centrosanguineti.unito.it/it

TIME SQUARE
Fino al 31 marzo
“Time Square. L’arte in piazza trascende il tempo”. Ha un titolo che cattura subito l’attenzione la nuova mostra ideata da Alessandro Bulgini. L'esposizione mette in dialogo sedici opere d'arte del passato con altrettante insegne pubblicitarie odierne, lungo sedici stanze della villa ottocentesca di corso Giovanni Lanza, stanze che diventano metafisiche piazze per un confronto fra tempo, arte e vita.
INFOFlashback Habitat, www.flashback.to.it

GIULIA E TANCREDI FALLETTI DI BAROLO COLLEZIONISTI
Fino al 7 aprile
In occasione del bicentenario del Distretto Sociale Barolo, i Musei Reali presentano una mostra dossier che per la prima volta permette di ricomporre l'originaria raccolta dei marchesi Giulia Colbert e Carlo Tancredi Falletti di Barolo, mettendo in luce il loro duplice ruolo di committenti e collezionisti. Una significativa selezione delle 45 opere d'arte antica donate con lascito testamentario alla Galleria Sabauda nel 1864 dialogherà con altri dipinti e sculture.
INFOmuseireali.beniculturali.it

LA PRIMA MONNA LISA
Fino al 26 maggio
Si tratta de La Monna Lisa di Isleworth, un'opera che secondo gli esperti il Maestro di Vinci dipinse prima della sua gemella conservata al Louvre. Isleworth è la città inglese in cui visse il mercante che l'acquistò nel 1914 da un collezionista privato inglese. La "prima Monna Lisa" era stata per la prima volta presentata nel 2012 dopo essere stata sottoposta a oltre trentacinque anni di studi.
INFOmostraprimamonnalisa.com

HAYEZ. L'OFFICINA DEL PITTORE
Fino al 1° aprile
Non c’è Il Bacio, ma la mostra “Hayez. Officina del pittore romantico”, ospita alcune importanti opere, tra cui La Meditazione, Il consiglio alla vendetta e Accusa Segreta, insieme a molti quadri e disegni inseriti del pittore veneziano. Dieci sezioni per 100 opere allestite in un percorso cronologico, raccontano il lavoro di Francesco Hayez, autore simbolo del passaggio tra lo stile neoclassico a quello romantico. Dalle prime esperienze tra Venezia e Roma, sotto l’influenza dell’opera di Tiziano, fino a quelle come "pittore civile".
INFO: www.gamtorino.it/it

IL MONDO DI TIM BURTON
Fino al 7 aprile
La mostra dedicata al grande regista è allestita all'interno della Mole. C’è la scrivania del regista, ma anche i suoi disegni, alcuni inediti, schizzi, polaroid, pupazzi e oggetti di scena. Protagonisti tutti i personaggi più famosi creati da Tim Burton, da Beetlejuice a Edward mani di forbice, fino all’ultima riuscita serie Netflix, Mercoledì.  Per la prima volta in città Burton è rimasto colpito da palazzi e ambienti storici.
INFOMuseo del Cinema, www.museocinema.it

Daniele Angi e Chiara Gallo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium