/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 02 giugno 2020, 07:25

Centri estivi a Grugliasco: si parte il 15 giugno, dal 3 al 22 le iscrizioni

Sono previste anche numerose formule di sostegno per le famiglie più in difficoltà

Centri estivi a Grugliasco: si parte il 15 giugno, dal 3 al 22 le iscrizioni

La Giunta Comunale di Grugliasco ha deliberato gli indirizzi e i criteri per l'accreditamento dei centri estivi comunali per bambini e ragazzi in età compresa tra i 3 e i 14 anni, frutto di un lavoro importante di confronto e concertazione con i gestori del sistema educativo attivi sul territorio.

Il Comune, attraverso un proprio avviso pubblico, ha avviato le procedure per accreditare associazioni, cooperative, parrocchie sulla base di un progetto gestionale che risponda alle indicazioni nazionali e regionali in materia. Tali disposizioni, volte a garantire il massimo della sicurezza per i bambini, comportano un incremento considerevole di operatori, maggiori attività connesse a pulizie e sanificazioni e la ridefinizione di attività educative e di intrattenimento alla luce delle limitazioni per l'emergenza COVID 19. I gestori degli anni passati hanno in larga parte confermato la disponibilità a organizzare il servizio. A partire da mercoledì 3 giugno il sito web verrà aggiornato costantemente con la comunicazione dei gestori che hanno completato l'iter di autorizzazione e la relativa attribuzione dei locali di proprietà comunale per lo svolgimento dei centri estivi.

Dove effettuare le iscrizioni

L'iscrizione deve essere effettuata direttamente presso il gestore prescelto. Alcuni hanno già avviato nei giorni scorsi le pre-iscrizioni per verificare l'interesse da parte delle famiglie. Le iscrizioni in via ufficiale potranno essere raccolte a partire da mercoledì 3 giugno a lunedì 22 giugno. I nuclei familiari interessati ai turni delle settimana del 15 giugno e del 22 giugno devono procedere celermente all'iscrizione. Per le iscrizioni effettuate entro il 22 giugno sarà garantita dal Comune la possibilità, in accordo con i gestori accreditati, di avere precedenza nell'accesso ai centri estivi sulla base dei seguenti criteri:

- residenza a Grugliasco

- famiglia con situazione di disabilità o fragilità segnalata dal Consorzio Socio-assistenziale

- famiglia con entrambi i genitori impegnati in attività di lavoro

- ordine di arrivo della domanda.

Dopo il 22 giugno è comunque possibile iscriversi ai centri estivi sulla base delle disponibilità del gestore.


Il Comune, per sostenere le famiglie residenti a Grugliasco nelle spese per i centri estivi ha stabilito le seguenti misure:

Voucher Isee
Si tratta di un voucher settimanale, per un massimo di 6 (sei) settimane di frequenza per ciascun bambino, sulla base del reddito ISEE, per la frequenza di un Centro estivo accreditato, presso cui è iscritto. I residenti, in possesso di un'attestazione ISEE in corso di validità possono richiedere l'erogazione del voucher su base ISEE compilando l'apposito modulo (disponibile dal 3 giugno) a prescindere dalla scelta del Centro estivo entro il 22 giugno.

È possibile l'erogazione di un voucher non superiore a 80 € a prescindere dal valore I.S.E.E. del nucleo, per soggetti in carico al CISAP e nei casi di minori in affidamento con provvedimento dell'Autorità Giudiziaria, ad esclusione degli affidamenti pre adottivi.

Voucher estate Covid

Si tratta di un contributo straordinario finalizzato a sostenere le famiglie e a contenerei gli effetti dell'incremento delle tariffe a seguito delle disposizioni connesse all'emergenza. Il contributo è pari a 25 euro per 4 settimane, per un totale di 100 euro sotto forma di contributo corrisposto dal Comune al gestore medesimo. Pertanto le famiglie pagheranno la quota decurtata della somma riconosciuta dal Comune. Ne possono usufruire i nuclei familiari che compilano una autocertificazione predisposta dal Comune (disponibile dal 3 giugno) in cui dichiarano di aver subito effetti a livello economico e reddituale a causa dell'emergenza (perdita del lavoro, ammortizzatori sociali, riduzione del fatturato e del reddito familiare).

Misure di sostegno nazionale alle famiglie

Con il Dl Rilancio è stato raddoppiato il bonus baby sitting (documentazione in allegato) ed è stata estesa la possibilità di utilizzo anche ai centri estivi. La somma disponibile è quindi fino a 1200 euro per:

- lavoratori dipendenti del settore privato

- iscritti in via esclusiva alla Gestione separata INPS,

- autonomi iscritti all’INPS e alle casse professionali.

fino a 2000 euro per i lavoratori dei comparti sicurezza, difesa e soccorso pubblico e per il settore sanitario, pubblico e privato accreditato.

Tali somme possono essere richieste entro il 31 luglio 2020 per la differenza ancora non richiesta fino ad ora. Ciò significa che si potranno richiedere il totale di 1200 euro (o 2000) se fino ad ora non si è richiesto il bonus baby sitter, oppure si potrà richiedere la differenza fra le somme richieste e i limiti appena detti. Il bonus centri estivi come il bonus baby sitter, può essere richiesto dai genitori di bambini di età non superiore ai 12 anni. La richiesta può essere fatta anche in caso di adozione e di affidamento pre-adottivo. Il Bonus baby sitter per centri estivi può essere richiesto dalle famiglie solo in alternativa al congedo parentale straordinario e al bonus baby sitter covid-19. Il beneficio non spetta inoltre se nel nucleo familiare vi sia un genitore: 

- beneficiario di strumenti di sostegno al reddito NASPI, CIGO, CIGS, ecc.

- disoccupato, inoccupato o non lavoratore.

A differenza del bonus baby-sitting inoltre, il bonus per il pagamento dei centri estivi non è compatibile con il bonus asili nido.

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium