/ Cronaca

Cronaca | 08 giugno 2021, 12:45

Allarme a Collegno, ritrovata una tartaruga "azzannatrice": "E' pericolosa e non va allevata in casa"

I veterinari del Canc di Grugliasco hanno avvertito i carabinieri forestali dopo aver rinvenuto l'esemplare in via Possasso

tartaruga azzannatrice

L'esemplare di tartaruga azzannatrice ritrovata a Collegno

Innocua, ma solo in apparenza: sarebbe infatti piuttosto pericolosa la tartaruga ritrovata (e consegnata ai veterinari del Canc di Grugliasco) in via Possasso a Collegno. Si tratterebbe infatti di un esemplare di "Chelydra serpentina", nota anche come tartaruga azzannatrice. Ad abbandonarla, probabilmente il proprietario che fino a quel momento la teneva in casa in maniera abusiva.


La tartaruga in questione infatti è di una specie considerata pericolosa per l'incolumità pubblica e quindi non commerciabile né allevabile in casa da privati, a seguito di un decreto del Ministero dell'ambiente del 1996.

I veterinari del CANC hanno allertato il nucleo CITES dei Carabinieri Forestali di Torino affinché l'animale venga collocato in una struttura idonea ed autorizzata.

Anche questo intervento della struttura universitaria di Grugliasco rientra nella convenzione attivatata da Città metropolitana di Torino nell'ambito del progetto "Salviamoli insieme on the road" e riferita al recupero e salvataggio di animali non convenzionali: si rinnova ancora una volta l'appello a non allevare animali pericolosi e vietati.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium