/ Cronaca

Cronaca | 02 dicembre 2021, 17:24

Grugliasco, a 15 anni dalla sua morte il ricordo di padre Ruggero Cipolla: il prete degli ultimi

Francescano, per 50 anni è stato cappellano del carcere "Le Nuove" dove ha assistito detenuti e condannati al patibolo, in gran parte partigiani ed antifascisti

Stendardo della città di Grugliasco a una commemorazione funebre

La città di Grugliasco ha partecipato al ricordo di Padre Ruggero Cipolla

La Città di Grugliasco, rappresentata da Giuseppe Rizzo, presidente della consulta antifascista, delegato dal sindaco Roberto Montà, ha partecipato mercoledì 1 dicembre, nella cappella dei frati Minori, al cimitero monumentale di Torino, alla cerimonia per il quindicesimo anniversario della morte di padre Ruggero Cipolla, organizzata dall'associazione "Nessun uomo è un'isola", presieduta dal professor Felice Tagliente. 

Francescano, padre Ruggero per cinquant'anni ha condotto la sua missione come cappellano del carcere "Le Nuove" di Torino, dove ha assistito migliaia di detenuti ed accompagnato al patibolo del Martinetto settantadue condannati a morte, in gran parte partigiani ed antifascisti. 

"Tra noi – dice Giuseppe Rizzo - non c’era soltanto un rapporto istituzionale, ma soprattutto sincera amicizia, un’amicizia nata tra gli angoscianti drammi che investono centinaia di famiglie. Padre Ruggero ha dedicato la propria vita per le famiglie in difficoltà, a Grugliasco come a Torino".

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium