/ Sanità

Sanità | 15 settembre 2022, 13:05

Caos energia, "Rischiamo di pagare 50 milioni di euro in più per gli ospedali torinesi" [VIDEO]

L'allarme di Carlo Picco, direttore generale Asl Torino: "Rincari proprio quando da Roma hanno tagliato 25 milioni per il Piemonte"

ospedale - foto d'archivio

Caro energia, l'allarme di Carlo Picco per gli ospedali torinesi

I grandi malati, a Torino e in Piemonte, a causa dei rincari energia, rischiano di essere gli ospedali. Colpa dei costi sempre più alti per le bollette e riscaldamento, come capita o capiterà in molti altri settori della società.

L'allarme lanciato da Carlo Picco

L'allarme lo lancia Carlo Picco, direttore generale Asl Torino e commissario Azienda Zero del Piemonte a margine degli Stati Generali Nord Ovest sull'oncologia promossi da Motore Sanità. "Abbiamo fatto una stima che per la sola città di Torino, che vede tre grandi player come Asl, Città della Salute e Mauriziano, si aggira sui 50 milioni di euro di rincaro".

Stangata inattesa

Una stangata inattesa, cui si dovrà fare fronte proprio nel momento in cui diminuiscono le risorse a disposizione. "Proprio ieri sono stati riequilibrati, a nostro avviso in maniera sbagliata perché non si è tenuto conto dell'età media della popolazione - aggiunge Picco - i contributi nazionali con un taglio di 25 milioni. Questo ci creerà ulteriori problemi".

Massimiliano Sciullo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium