/ Attualità

Attualità | 16 giugno 2024, 18:30

Il mondo si ritroverà a Grugliasco per l'esordio dei Campionati Mondiali di Para Standing Tennis

La rassegna iridata del tennis paralimpico giocato in piedi, organizzata da Sportdipiù, si svolgerà per la prima volta in assoluto al Monviso Sporting Club dal 20 al 23 giugno

Il mondo si ritroverà a Grugliasco per l'esordio dei Campionati Mondiali di Para Standing Tennis

Dopo una sperimentazione durata 2 anni, portata avanti attraverso un torneo dimostrativo, Sportdipiù è pronta per il grande salto: l'associazione torinese che promuove lo sport tra le persone con disabilità, infatti, organizza i Campionati Mondiali di Para Standing Tennis. La manifestazione si svolgerà per la prima volta in assoluto al Monviso Sporting Club di Grugliasco da giovedì 20 a domenica 23 giugno.

Cos'è il para standing tennis

Il para standing tennis è praticato in modo “informale” già da qualche tempo, ma dopo anni trascorsi “nell'ombra” sta finalmente emergendo grazie al coinvolgimento di centinaia di atleti e atlete in tutto il mondo riuniti nell'International Para Standing Tennis Association; a certificare ufficialmente la disciplina è l'International Tennis Federation, che ha “battezzato” la manifestazione assegnandogli il logo. Nella pratica, si tratta della variante del tennis paralimpico giocata in piedi da persone con diverse tipologie disabilità ad arti inferiori e superiori tra cui amputazioni, malformazioni e acondroplasie (comunemente definite come “nanismo”).

Il mondo a Grugliasco

I Campionati Mondiali raduneranno a Grugliasco praticamente tutto il mondo, con oltre 100 atleti e atlete partecipanti provenienti da 25 nazioni in rappresentanza di tutti i continenti: gli stessi si affronteranno sia in singolo che in doppio suddivisi in 4 classi (disabilità agli arti superiori, disabilità agli arti inferiori con buona mobilità residua, disabilità agli arti inferiori con ridotta mobilità residua e acondroplasici – nelle ultime 2 sono consentiti 2 rimbalzi). Tra loro saranno presenti anche alcune “celebrità” come l'attrice e presentatrice brasiliana star di Instagram Paola Antonini e il presentatore tv australiano Adam Hills, oltre alla vincitrice dell'ultima edizione del torneo dimostrativo Thalita Rodrigues e il presidente dell'associazione internazionale Ivan Corretja (fratello dell'ex professionista ATP Alex).

Un'associazione all'avanguardia

I Mondiali certificano ancora una volta lo spirito innovativo di Sportdipiù: “Da oltre 20 anni – sottolinea il presidente di Sportdipiù Fabrizio Benintendipromuoviamo lo sport tra le persone disabili, sforzandoci di rendere accessibili molte attività fino ad oggi non ritenute tali. Il para standing tennis, a proposito, è una nuova frontiera che potrà dare grandi soddisfazioni e grandi risultati: l'adesione di atleti di respiro internazionale e di rilievo ci induce a credere che l'evento dovrò essere replicato”.

Il prossimo obiettivo sarà quello di portare il para standing tennis all'attenzione delle organizzazioni internazionali: “Vogliamo - commenta il principale organizzatore Gregory Leperdisvilupparlo ulteriormente, affiancandolo al tennis in carrozzina. Dall'ultimo censimento, gli atleti che lo praticano sono circa 400, ma potenzialmente potrebbero essere molti di più visto che le federazioni che lo supportano sono ancora poche; la cosa potrebbe essere più facile con una gestione diretta di ITF”.

Marco Berton

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium